Filter

Combinazioni di valvole

Unità valvole compatte per il comando di attrezzature di bloccaggio

completamente montati possono essere dotati di varie valvole

raccordo: G1/4 oppure tubo ø8 mm
pressione max. d’esercizio: 250 .. 500 bar

Series Data sheet Technical data
C2.960
C2.960
show
C2.960 Combinazione moduli di valvole

 

pressione max. d'esercizio 250 bar

raccordo: G1/4 oppure tubo ø8 mm

C2.345
C2.345
show
C2.345 Gruppo valvole a sede di tenuta NW 4

 

versione filettata a semplice

e doppio effetto

pressione max. d’esercizio 500 bar

dimensione raccordo: G 1/4
portata portata ammessa: 8 l/min
olio idraulico: HLP 22
angolo di rotazione: 90º
coppia di azionamento: 0,63 Nm

C2.954-2
C2.954-2
show
C2.954 Valvola di sequenza NW 4

 

con valvola di ritegno

pressione max. d'esercizio 500 bar

dimensione raccordo: G1/4
campi di regolazione: 10..75 / 10..150 / 100..450 bar
flusso volumetrico max.: 8 l/min

show
figura 1: Combinazione di moduli di valvole C2.960















































 
show
figura 2: Combinazioni di valvole a sede di tenuta NW 4 - C2.345






 
show
figura 3: Valvole di sequenza C2.954
 

Combinazione di moduli di valvole C2.960 (figura 1)

Impiego
La combinazione di moduli di valvole è un gruppo valvole composto da moduli singoli. Serve per il comando di attrezzature di bloccaggio idraulico complesse. Per fissare i pezzi in modo sicuro nelle attrezzature di bloccaggio, le funzioni di posizionamento, bloccaggio e appoggio devono essere svolte secondo una sequenza definita. In parte è necessario, eseguire singole funzioni con pressioni di bloccaggio ridotte, per garantire un bloccaggio dei pezzi ottimale.
A tale scopo valvole di sequenza e regolatrici della pressione vengono integrate nel circuito di bloccaggio idraulico. Ciò porta ad un notevole dispendio di energia e costi nel cablaggio sia in caso di tubazioni, sia anche in caso di utilizzo di canali forati. Con l’utilizzo della combinazione di moduli di valvole il dispendio nel cablaggio risulta notevolmente ridotto in quanto tutte le valvole di comando e di pressione vengono disposte direttamente su un’unità.

Descrizione
Le combinazioni di moduli di valvole è costituita da un modulo di entrata e da fino a tre moduli in sequenza (concatenazione di ulteriori moduli secondo necessità).

Nel modulo d’ingresso sono integrati i seguenti elementi di funzionamento idraulici:

  • La valvola di ritegno e regolazione della portata con filtro collegato per i due ingressi, per ridurre la portata e/o per il filtraggio del fluido in pressione
  • Valvola di ritegno sbloccabile (pilotata) per proteggere il circuito di bloccaggio in caso di caduta della pressione ad es. a causa della rottura della tubazione.
  • Valvola a sede di tenuta per la regolazione della pressione per ridurre la pressione per la prima funzione di comando sull’attrezzatura.
  • Due raccordi di misura mini per il collegamento di un manometro per la regolazione della pressione.


I moduli di sequenza vengono direttamente concatenati con il modulo d’ingresso. In questo modo si possono realizzare ulteriori funzioni di bloccaggio.

  • I moduli sono equipaggiati con i seguenti elementi di funzionamento idraulici:
  • Valvola di sequenza per la realizzazione di una o più sequenze di operazioni (nel collegamento commutate in sequenza).
  • Valvola a sede di tenuta per regolazione della pressione per la riduzione della pressione nella corrispondente sequenza di operazioni.
  • Raccordo di misura mini per il collegamento di un manometro per la visualizzazione della pressione.


Nelle piastre di base dei moduli sono integrati ulteriori canali che possono essere utilizzati come canali idraulici/pneumatici o anche per realizzare linee elettriche. Se è richiesto un controllo della pressione visivo permanente, i manometri possono essere aggiunti in un secondo momento.

Vantaggi

  • Riduzione delle tubazioni in un’attrezzatura idraulica.
  • Possibilità di simulare lo svolgimento del bloccaggio.
  • Minore superficie intaccabile da sporcizia/trucioli sull’attrezzatura.
  • La penetrazione d’impurità nell'attrezzatura viene ridotta da filtri integrati
  • La riduzione del flusso volumetrico d’ingresso è possibile per mezzo delle valvole ritegno e regolazione di flusso presenti.
  • Il fabbisogno di spazio per il comando idraulico può essere tenuto in considerazione già durante la progettazione dell'attrezzatura.

Combinazioni di distributori NW 4 - C2.345 (figura 2)

Versioni a semplice effettoQueste combinazioni di distributori sono particolarmente adatte all’azionamento di punti di bloccaggio singoli nei sistemi multipli.

Versioni a doppio effetto
Con queste combinazioni di distributori si possono azionare cilindri a doppio effetto. Con la manopola girevole una valvola a 3/2 vie e una piastra valvole intermedia vengono azionate in modo da eseguire la funzione di doppio effetto. La struttura delle piastre di montaggio permette la combinazione con le unità a semplice effetto.

Valvola di sequenza C2.954 (figura 3)
per sequenze di operazioni legate alla pressione.
Queste valvole di sequenza vengono impiegate nei sistemi di bloccaggio idraulico per controlli sequenziali dipendenti dalla pressione. Più valvole di sequenza possono essere flangiate assieme in un blocco con raccordo P comune.

 

Manometro e collegamenti filettati
per combinazioni di moduli di valvole C2.960
Tabella di catalogo C2.960

show
figura 1: Combinazioni di moduli di valvole C2.960















 
show
figura 2: Combinazione di valvole di sequenza C2.954
 

Combinazioni di moduli di valvole C2.960 (figura 1)
Le figure mostrano un’attrezzatura di bloccaggio idraulica per la lavorazione di un supporto per centraline per un trattore agricolo. Il pezzo viene lavorato su quattro lati su un centro di lavoro orizzontale. La lavorazione del retro del pezzo avviene dalla parte posteriore attraverso il corpo di base.
Come elementi di bloccaggio vengono utilizzati staffe di bloccaggio ad articolazione scorrevole, cilindro universale, un elemento irrigiditore e per il “bloccaggio flottante” delle due linguette superiori, cilindri filettati con pistone di serraggio. Gli elementi idraulici vengono comandati tramite combinazione di moduli di valvole montate sul retro.

Svolgimento del processo di bloccaggio
Passo 1:
bloccaggio con la staffa di bloccaggio ad articolazione scorrevole contro l’appoggio fisso, e
posizionamento laterale tramite cilindro universale.
Passo 2:
la prima valvola di sequenza si apre, l'elemento irrigiditore si sposta contro la parte inferiore del pezzo e viene bloccato idraulicamente.
Passo 3:
la seconda valvola di sequenza si apre, due cilindri filettati con posizioni opposte con pistone di serraggio bloccano le due linguette superiori del pezzo “flottante”. Contemporaneamente la seconda staffa di serraggio con articolazione scorrevole si blocca sull'elemento irrigiditore.

Combinazione di valvole di sequenza C2.954 (figura 2)
Schema idraulico per un circuito sequenziale di 5 cilindri di bloccaggio a semplice effetto.